“Le erano già accadute tante cose straordinarie che ormai tutto le pareva possibile”. Lewis Carrol, Alice nel paese delle meraviglie

La finanza straordinaria comprende tutta quella serie di operazioni poste in essere dalle aziende che producono un profondo e rilevante cambiamento nella vita dell’impresa e queste operazioni hanno caratteristiche di:

  • eccezionalità,sia per la frequenza che per le conseguenze che producono;

  • unicità, poiché non sono ripetibili.

Sono operazioni di finanza straordinaria le emissioni obbligazionarie e le fonti alternative di finanziamento, gli aumenti di capitale, le fusioni, le scissioni, le incorporazioni, scorpori di rami di azienda, la quotazione in borsa, ecc.

La Finanza Straordinaria sta crescendo in Italia negli ultimi anni, anche perché il tessuto imprenditoriale italiano è caratterizzato da imprese famigliari di piccole dimensioni e in un mondo sempre più globalizzato sarà sempre più difficile competere con le multinazionali e il web.

Il 98% delle imprese italiane ha meno di 10 dipendenti e devono competere con dei colossi che possono permettersi economie di scala e una distribuzione capillare con consegne in 24 ore.

In questo contesto, le operazioni di Finanza Straordinaria aiutano le imprese a crescere e a essere più competitive, e questo permette di diffondere il Made in Italy nel mondo e di impattare positivamente sull’economia italiana.

La Finanza Straordinaria aiuta le eccellenze imprenditoriali a crescere, per fusioni o acquisizioni, oppure permette di reperire capitali di rischio o di credito per finanziare progetti o idee in maniera alternativa al classico canale bancario, ora più che mai, restio a concedere credito alle imprese in sviluppo, preferendo quelle in cui il business è più consolidato.