“Non cercare di centrare i massimi e i minimi, solo i bugiardi ci riescono”.
(Victor Sperandeo)

Il momentum è un oscillatore, ma allo stesso tempo, quando si parla di momentum si fa riferimento a tutta una famiglia di indicatori come il Macd, Rsi e Roc per citare i più popolari.

L’obiettivo di questi indicatori è quello di valutare la diminuzione della velocità del prezzo nella salita o discesa, ossia, indica con anticipo che il trend potrebbe cambiare direzione.
Pertanto, quando un trend perde momentum dobbiamo prendere nota che il trend potrebbe invertire.
L’utilizzo di un indicatore di momentum può fornire indicazioni circa le condizioni di forza o di debolezza del trend, con un buon anticipo rispetto al punto di svolta finale.

Questo non significa che il momentum è un indicatore contrarian,  ma tra le varie interpretazioni può esserlo anche se il suo principale obiettivo è quello di valutare la forza del trend e di conseguenza la perdita di forza che può coincidere con una inversione.

Un esempio aiuta a capire meglio: il trend del mercato rappresenta la direzione delle fluttuazioni del prezzo: positiva, negativa o laterale.
Il momentum del mercato indica l’accellerazione o la decellerazione del prezzo.
Immaginiamo di lanciare in aria una palla.
Nell’istante in cui essa lascia la nostra mano compie la parte iniziale della propria traiettoria alla velocità massima, possedendo, dunque, un elevato momentum;
Nonostante continui la sua ascesa, gradualmente la sua velocità si riduce trasformandosi, infine, in una fase di stallo qualche istante prima che la forza di gravità le faccia invertire la direzione riportandola verso il basso.

Questo processo di rallentamento, di perdita di momentum ascendente, si verifica anche nei mercati finanziari.
Se la traiettoria seguita dalla palla viene paragonata ai una media-indice di mercato, il tasso di crescita dei prezzi inizierà a diminuire notevolmente prima che venga raggiunto il massimo definitivo.

Il momentum è una costruzione matematica costruita sul prezzo utile per determinare con maggiore facilità la direzione del trend, in particolare se il prezzo guadagna, mantiene o perde forza.

In genere, gli indicatori di Momentum sono rappresentati come degli oscillatori posti al di sotto del grafico dei prezzi.