“Le quattro parole più pericolose in un investimento sono: questa volta è diverso”.
(John Templeton)

Quando si fa riferimento al Money Management si intende la gestione del denaro o ancora meglio della posizione che abbiamo aperto sul mercato.

Si potrebbe dire che il segreto nel Trading è tutto nell’avere un Money Management efficiente poi si potrebbe anche tirare la monetina per entrare nel mercato.
Ovviamente, una attenta Analisi Tecnica aumenta le probabilità di successo, ma se non abbiamo delle valide regole di gestione della posizione è tutto inutile.

Ogni trader professionista, ha il suo metodo, il suo approccio per entrare nel mercato, ma l’aspetto che tutti tengono in considerazione è il controllo delle perdite. Molto spesso, però, coloro che iniziano ad investire in borsa, si preoccupano e concentrano solamente sulle tecniche di trading, ignorando totalmente invece anche le più elementari ed efficaci tecniche di money management.

Tra le varie strategie che saranno illustrate più approfonditamente nei Video Corsi, la prima regola è quella di non concentrare tutta l’operatività in un solo sottostante e non utilizzare più del 10% del capitale di rischio (speculazione) in una singola operazione.

Dover chiudere una operazione in perdita in cui abbiamo investito solo parte del nostro capitale è sicuramente più facile psicologicamente e non si rischia di diventare tifosi della propria operatività o peggio ancora di mediare il prezzo di carico investendo ancora.

Se perdiamo il 10% in una operazione in cui abbiamo investito il 10% del nostro capitale, in termini assoluti perdiamo solo l’1% per cui è piuttosto facile prendere la decisione di chiudere l’operazione, mentre se avevamo investito tutto in una “scommessa” allora perderemmo il 10% del nostro capitale e psicologicamente questo da fastidio e ci fa perdere lucidità.

Allo stesso modo quando si guadagna il principale errore è quello di vendere troppo presto, ed anche in questo caso, avere diversificato su più operazioni aiuta a gestire meglio l’operatività, in quanto i guadagni non ci sembreranno così importanti in termini assoluti ed è più facile rimanere in posizione, senza vendere troppo presto.

Inoltre, si ha la possibilità di cogliere più opportunità avendo sempre a disposizione della liquidità o potendo scegliere quale posizione smontare per aprirne una nuova più performante.