Introduzione

“Non c’è bisogno di essere morto per lasciare una eredità”. Onyi Anyado

“Non dire di conoscere un’altra persona finché non hai diviso con lei una eredità! “. Johann Kaspar Lavater

La protezione della famiglia ha come obiettivo una attenta pianificazione patrimoniale che deve tenere conto anche del passaggio generazionale, ossia, il trasferimento del patrimonio mobiliare e immobiliare da chi lo ha creato a chi lo erediterà.

Inoltre, bisogna fare una attenta disamina se esiste una figura in grado di continuare l’attività della famiglia perché bisogna sapere che la prima generazione crea, la seconda mantiene e la terza distrugge.

I problemi sono sostanzialmente due:

  • esiste una figura in grado di continuare il lavoro e gestire l’impresa?
  • se non si trova una soluzione per gestire l’eredità, vale la pena andare in tribunale?

In Italia, il 70% delle imprese con un fatturato inferiore ai 50 mln è a matrice famigliare e quindi a rischio per quanto riguarda il passaggio generazionale se poi si considera che il 53% degli imprenditori ha più di 60 anni e il 15% ha più di 70 anni, si capisce quanto sia attuale l’argomento.

Solamente il 30% degli imprenditori riescono ad arrivare al passaggio della propria impresa ai figli e solamente il 15% riesce poi a passare l’azienda ai nipoti e solamente il 5% riesce a mantenere l’attività in vita fino ai pro nipoti.

Le causa di questa debacle sono sicuramente tante, ma potremmo dire che in primis c’è l’incapacità degli eredi di gestire l’evoluzione del mercato, della tecnologia e della concorrenza o semplicemente la volontà di fare altro.

Nel secondo caso bisogna sapere che la sentenza, in caso di lite tra eredi o soci, potrebbe tardare da un minimo di tre anni fino a dieci anni in casi particolari e che i costi sono alti in funzione dell’eredità di cui ha oggetto la discussione tra gli eredi.

Nonostante questo in Italia si contano circa 150 mila contenziosi l’anno tra famiglie, società ed eredità giacenti (una situazione di incertezza in cui per designare l’eredità bisogna aspettare che questa venga accettata oppure che vengano individuati tutti gli eredi).

Per ovviare a questi problemi ereditari è indispensabile pianificare per tempo il passaggio generazionale dell’eredità e dell’impresa, pianificando e optando per la soluzione che più si addice alla famiglia.

Un corretto passaggio generazionale è importante per la protezione della famiglia sia per assicurare la continuità e lo sviluppo dell’impresa, sia per mantenere l’equilibrio e favorire lo sviluppo perché oltre alla famiglia, il passaggio generazionale coinvolge anche 11 milioni di dipendenti.